Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Privacy

banner aulss9

Progetto allattamento: Baby Friendly Hospital Initiative (BFHI)

In occasione della settimana mondiale dedicata all'allattamento materno (SAM), che si celebra nel mondo con varie iniziative dall'1 al 7 ottobre, l'Ospedale Mater Salutis inaugura l'avvio dell'ambulatorio "Sostegno all'allattamento".

La SAM è promossa dalla World Alliance for breastfeeding Action (WABA), un'alleanza globale di individui, reti ed organizzazioni che proteggono, promuovo e sostengono l'allattamento al seno, basata sulla Dichiarazione degli Innocenti e la Strategia Globale per l'Alimentazione dei Neonati e dei Bambini dell'OMS e dell'UNICEF.

In linea con questi obiettivi di salute pubblica e prevenzione, attraverso una corretta nutrizione fin dai primi giorni di vita, l'Ospedale Mater Salutis ha in corso dal 2011 la certificazione per diventare Ospedale Baby Friendly Hospital (BFH), che ad oggi ha portato alla stesura di una Politica Aziendale, che rispetta i 3 criteri cardine di promozione, protezione e sostegno dell'allattamento, e alla creazione di protocolli e procedure specifici nel rispetto dei 10 passi previsti da UNICEF.

Il percorso BFH consta di 3 fasi di valutazione, che vengono certificate da un Tutor UNICEF, e attualmente il nostro Ospedale ha raggiunto la FASE 1 e si avvia al completamento della formazione del personale (164 dipendenti da aprile 2016), necessaria per la valutazione di FASE 2.

L'ambiente ospedaliero è fondamentale nella prima fase dell'allattamento, il cosiddetto avvio, che deve essere però seguito dal sostegno dei giorni, settimane e mesi successivi, per garantire un allattamento materno esclusivo fino al sesto mese di vita del bambino come indicato da OMS e UNICEF.

L'avvio di un ambulatorio per il sostegno all'allattamento dedicato alle coppie madre-neonato nei 30 giorni successivi alla dimissione, va ad inserirsi in un più ampio programma di rete tra ospedale e servizi territoriali, rispondendo ai bisogni e alle difficoltà che insorgono nella fase post dimissione.

Sarà dedicato principalmente alle madri primipare e con problematiche particolari inerenti l'allattamento, e non solo a chi allatta al seno, ma anche a chi utilizza sostituti del latte materno.
Quest'ultimo è un punto fondamentale voluto dall'equipe dedicata al percorso BFH, in linea con quanto enunciato da UNICEF nella Baby Friendly Hospital Iniziative (BFHI), che difende l'allattamento materno esclusivo fino al sesto mese e oltre, e contemporaneamente promuove la miglior alimentazione e assistenza anche a chi non allatta al seno.

Dalla letteratura scientifica emerge un consensus sull'individuazione di finestre di salute in cui le azioni compiute o non compiute in alcuni momenti specifici di sviluppo determinano l'andamento della salute dell'individuo, e la fisiologia dell'allattamento è uno dei meccanismi più complessi, in cui se non si rispettano alcuni passaggi chiave se ne determina un avvio e una prosecuzione problematici.

All'interno dell'Ospedale Mater Salutis l'attenzione al progetto BFH è sostenuta non solo dalle UOC di Ostetricia e Pediatria, ma da tutte le figure che entrano in contatto con la madre e il bambino nel percorso nascita, come testimoniato dalla cartellonistica che riporta l'icona simbolo del progetto BFH di questo presidio ospedaliero.

Il nostro simbolo è un disegno molto semplice, ma essenziale, donatoci da una bambina di 6 anni in cui in pochi minuti abbiamo spiegato i concetti della BFHI e ha disegnato una madre "regina" che tiene in braccio il suo bambino, lo allatta ed entrambi sorridono felici.

Nella sua innocenza questa bimba ha raccolto in un'immagine tutti i 10 passi della BFHI. In ambito ostetrico-pediatrico, più che in qualsiasi altra disciplina, un progetto di prevenzione di salute pubblica non può che trovare l'approvazione e la determinazione di tutti nel promuoverlo, difenderlo e garantirlo.

Ci auguriamo che questo ambulatorio sperimentale risponda ad un bisogno dell'utente e che si concretizzi dal 2017 in un servizio strutturato, sempre più in rete con il territorio.

 

 

Progetto Baby Friendly Hospital Initiative (BFHI)

 





Top